Vigilanza antincendio

link veloce ai modelli

LINEE GUIDA PER L'UTENZA

VIGILANZA ANTINCENDIO

Per Vigilanza antincendio si intende il servizio di presidio fisico da espletarsi nelle attività in cui fattori comportamentali o sequenze di eventi incontrollabili possano assumere rilevanza tale da determinare condizioni di rischio non preventivabili e quindi non affrontabili solo con misure tecniche di prevenzione.

La vigilanza antincendio, compito istituzionale dei Vigili del Fuoco, costituisce un servizio di interesse pubblico che si inserisce nel conseguimento degli obiettivi di sicurezza ed incolumità delle persone, nonché della salvaguardia dei beni e della tutela dell'ambiente.

CHI DEVE RICHIEDERE I SERVIZI DI VIGILANZA

Il servizio di vigilanza deve essere obbligatoriamente richiesto da parte dei titolari delle seguenti attività di pubblico spettacolo e trattenimento (D.M. 261/96):

  • Teatri, cinema-teatri, teatri-tenda, circhi con capienza superiore a 500 posti; teatri all'aperto con capienza superiore a 2.000 posti;

  • Teatri di posa per riprese cinematografiche e televisive con capienza superiore a 100 posti, quando è prevista la presenza del pubblico;

  • Sale pubbliche di audizione in cui si tengono conferenze, concerti e simili con capienza superiore a 1.000 posti;

  • Impianti per attività sportive all'aperto con capienza superiore a 10.000 posti anche quando gli stessi vengono occasionalmente utilizzati per manifestazioni diverse da quelle sportive;

  • Impianti per attività sportive al chiuso con capienza superiore a 4.000 posti, anche quando gli stessi vengono occasionalmente utilizzati per manifestazioni diverse da quelle sportive;

  • Edifici, luoghi e locali posti al chiuso ove si svolgono, anche occasionalmente, mostre, gallerie, esposizioni con superficie lorda superiore a 2.000 mq; fiere e quartieri con superficie lorda superiore a 4.000 mq se al chiuso e 10.000 mq se all'aperto;

  • Locali ove si svolgono trattenimenti danzanti con capienza superiore a 1.500 persone;

  • Luoghi o aree all'aperto, pubblici o aperti al pubblico, ove occasionalmente si presentano spettacoli o trattenimenti con afflusso di oltre 10.000 persone.

Il servizio di vigilanza potrà essere prescritto dalle Commissioni Provinciali di Vigilanza sui locali di pubblico spettacolo (CPVLPS) anche per attività di pubblico spettacolo o trattenimento svolte in ambienti di capienza o superficie inferiore a quelle indicate, quando l'ubicazione, le caratteristiche ambientali o altri fattori rilevanti per le suddette finalità lo facciano ritenere indispensabile nel pubblico interesse.

La Commissione Provinciale di Vigilanza sui locali di pubblico spettacolo delibera l'entità del servizio in base alle valutazioni sulle caratteristiche dei singoli locali, peculiarità delle manifestazioni da svolgersi, il livello di rischio ipotizzabile, i sistemi di protezione attiva e passiva.

I servizi di vigilanza antincendio possono essere resi a richiesta di enti e di privati, compatibilmente con la disponibilità di uomini e mezzi dei Vigili del fuoco, anche presso stabilimenti, laboratori, depositi, magazzini e simili.

I servizi di vigilanza sono resi a pagamento dal Corpo Permanente dei Vigili del fuoco di Trento ad esclusione dei casi previsti dalla deliberazione della Giunta Provinciale n. 2872 del 2012.

ADEMPIMENTI DEI GESTORI

I gestori dei locali di pubblico spettacolo e trattenimento, ai quali la Commissione Provinciale abbia prescritto il servizio di vigilanza antincendi da parte dei Vigili del Fuoco, sono tenuti a richiedere detto servizio.

Il gestore quindi provvederà a richiedere un preventivo di spesa, utilizzando l'apposito modello presente sul sito, in base alla composizione della squadra di vigilanza antincendio stabilita dalla Commissione Provinciale sui Locali di Pubblico Spettacolo o alle proprie esigenze se la richiesta è di iniziativa e la Commissione Provinciale non è competente:

Le richieste di preventivo, domande di vigilanza e le ricevute di pagamento potranno essere inviate/consegnate dal lunedì al venerdì entro le ore 12.00

  1. sulla casella segreteriavvf@pec.provincia.tn.it
    (solo nel caso di utente senza casella di posta elettronica certificata inviata a
    segreteria.vvf@provincia.tn.it)

  1. a mano alla segreteria del Servizio Antincendi e Protezione Civile – via Secondo da Trento, 38121 Trento (TN)

Il Servizio Antincendi e Protezione Civile provvederà ad inviare un preventivo di spesa sulla base dei dati contenuti nella richiesta.

Presentazione della domanda

La domanda di vigilanza in bollo da € 16,00, compilata sull'apposito modello scaricabile dal nostro sito, e la ricevuta del pagamento, congruente con il preventivo, vanno consegnate/inviate agli indirizzi di cui sopra almeno cinque giorni prima dell'inizio dello spettacolo o del trattenimento.

In mancanza di tale adempimento il servizio non può essere svolto.

Nel caso di richieste/variazioni/annullamenti urgenti inviati alla PEC dopo le ore 12 del venerdì o sabato o domenica, l’utente chiamerà immediatamente anche il capoturno allo 0461-492200.

Annullamento del servizio di vigilanza

In caso di annullamento il gestore ne dovrà dare comunicazione al comando almeno 24 ore prima del servizio (chiamando anche il capoturno allo 0461-492200) . In caso contrario non sarà possibile la restituzione dell'importo.

Prolungamento del servizio

Qualora il servizio si prolunghi oltre l’orario previsto nella domanda il gestore provvederà ad effettuare la relativa integrazione del versamento.

Ulteriori adempimenti del gestore

Il gestore del locale di pubblico spettacolo e trattenimento deve osservare le norme previste in materia di sicurezza antincendio, nonché le eventuali prescrizioni impartite dalla commissione provinciale di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo. Egli è tenuto, in particolare, a mettere a disposizione del personale di vigilanza, oltre al verbale contenente le prescrizioni della commissione provinciale, la planimetria generale dell'attività in cui sia riportato l'ubicazione di:

a) mezzi antincendio fissi e mobili;

b) sistemi di vie di esodo, come corridoi, scale, uscite all'esterno;

c) luci di sicurezza;

d) quadro elettrico generale;

e) locali di pertinenza, con indicazione della relativa destinazione d'uso;

Il gestore comunica il nominativo della persona incaricata, dalla direzione del locale, della manutenzione e gestione degli impianti provvedendo affinché non vengano alterate le condizioni di sicurezza ed, in particolare, siano mantenuti:

a) sgombere ed agibili le vie di esodo;

b) efficienti i mezzi e gli impianti antincendi, eseguendone la manutenzione necessaria;

c) efficienti l'impianto elettrico principale e quello di sicurezza con le modalità e la periodicità stabilita dalle specifiche normative;

d) efficienti i dispositivi di sicurezza degli impianti di ventilazione, condizionamento e riscaldamento.

Il gestore cura che tutto il personale in servizio nel locale sia informato sui rischi ragionevolmente prevedibili, al fine di portare ausilio nei casi di emergenza disponendo, altresì, la collocazione, in modo ben visibile, su ciascun piano di planimetrie schematiche di orientamento che indichino le vie di esodo.

Svolgimento del servizio

Prima dell'inizio dello spettacolo i Vigili del fuoco di servizio ispezionano il locale e controllano l' efficienza degli impianti e mezzi di protezione antincendio, nonché la funzionalità delle vie di esodo.

Laddove venissero riscontrate inosservanze alle prescrizioni regolamentari e a quelle di esercizio imposte dalla commissione provinciale di vigilanza, che non fosse possibile eliminare prima dell'inizio dello spettacolo, il responsabile del servizio di vigilanza le porta a conoscenza dell'autorità di pubblica sicurezza per l' eventuale adozione dei provvedimenti previsti dall'art. 82 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, approvato con regio decreto 18 giugno 1931, n. 773.

Analoga informazione è fornita al Comando Provinciale dei Vigili del fuoco.

Durante lo svolgimento dello spettacolo, i Vigili del fuoco incaricati del servizio faranno osservare le prescrizioni di esercizio finalizzate alla sicurezza antincendi.

Al termine dello spettacolo, i Vigili del fuoco incaricati del servizio sostano nel luogo dell'attività per il tempo necessario allo sfollamento del pubblico, ispezionando quindi il locale e le aree di pertinenza al fine di accertare che non siano intervenute alterazioni delle condizioni di sicurezza preesistenti.

Prima di lasciare il locale, il responsabile del servizio redige un rapporto relativo ai controlli effettuati, notificandolo al gestore, tale rapporto è acquisito agli atti del Comando Provinciale dei Vigili del fuoco per gli eventuali, successivi adempimenti.