Nucleo sommozzatori Vigili del Fuoco Trento

 

 

IL NUCLEO SOMMOZZATORI IERI

Alla fine degli anni ’60 un gruppo di vigili del fuoco del Corpo Permanente di Trento, appassionati di subacquea, venne autorizzato allo svolgimento di immersioni con compiti di soccorso.
L’attività, ancora agli albori, era assai complessa:
la ricerca ed il recupero erano estremamente rischiosi per le limitate attrezzature tecniche a disposizione. 
Il servizio ebbe riconoscimento formale con la Delibera di Giunta Provinciale n° 502 del 29/01/1988 che sancì l’istituzione del Nucleo Sommozzatori nell'ambito del Corpo Permanente dei Vigili del fuoco di Trento.

IL NUCLEO SOMMOZZATORI OGGI

Attualmente il Nucleo Sommozzatori è composto da 20 operatori distribuiti su 4 turni e attivi 24 ore su 24. 
L’attività di soccorso tecnico urgente subacqueo è prestata in tutti gli scenari acquatici (laghi, fiumi, emergenze alluvionali, nonchè immersioni in luoghi ipogei o confinati).!
Le principali tipologie di intervento sono:

SOCCORSO A PERSONA IN DIFFICOLTA’
RICERCA DISPERSI
RECUPERI SUBACQUEI (AUTOVEICOLI, NATANTI)

Regolari addestramenti e corsi di perfezionamento, anche in collaborazione con i colleghi del Corpo Nazionale VVF, permettono il mantenimento della indispensabile professionalità.
Il Nucleo è dotato di attrezzature tecniche all’avanguardia (ad esempio un veicolo filoguidato subacqueo - ROV).